prosecco
OGNI BOLLICINA DI QUESTO VINO PORTA CON SÉ PROFUMI DI FRESCHEZZA E NOTE FRUTTATE, CHE SI TRADUCONO IN ALLEGRIA E GIOVENTÙ, DIVERTIMENTO E GIOIA DI VIVERE.

GIANMARIO MACCAN

Prosecco che ha la sua origine nei terreni sciolti e ciottolosi delle Grave del Friuli, nella zona pedemontana sottostante il Parco naturale delle Dolomiti friulane. Queste caratteristiche consentono all’uva di dare un vino leggero e profumato.

Il vigneto

Cresce nei tipici terreni sassosi delle Grave del Friuli. La forma di allevamento è a Sylvoz con un sesto d’impianto di 2.300 ceppi ettaro.

La vendemmia

A mano, quando le uve non sono ancora pienamente mature. Questo consente di avere un vino ricco di acidità e a moderata gradazione alcolica.

La vinificazione

La fermentazione del mosto avviene in serbatoi di acciaio inossidabile alla temperatura di 18°C. Il vino è conservato a bassa temperatura per preservare la finezza dei profumi. Presa di spuma con metodo Martinotti e ciclo di spumantizzazione di 40 giorni.

Il profilo sensoriale

La tonalità cromatica è quella del giallo paglierino tenue. ll perlage è finissimo, continuo e persistente. I profumi, delicati e intensi ricordano i fiori bianchi con note fruttate di mela. Al palato la spuma si scioglie con eleganza lasciando spazio ad una piacevole sensazione di freschezza che si chiude in morbidezza per il giusto tenore di amabilità.

Gli abbinamenti

Eccellente in ogni occasione. Ottimo vino da conversazione e da aperitivo, si accosta a piatti di pesce, a primi delicati e a formaggi di media stagionatura.

Il servizio

A 8-10°C in bicchieri a flûte con stelo lungo e vetro sottilissimo.

La conservazione

Al riparo dalla luce in locali asciutti e che mantengano una temperatura tra i 12 e 15°C.