cabernet_sauvignon
LIEVEMENTE ERBACEO, AMPIAMENTE FRUTTATO, DI SOLIDA MA FRESCA STRUTTURA, APPAGA I SENSI CON GRANDE SCIOLTEZZA.

GIANMARIO MACCAN

Cabernet Sauvignon che ha origine nel Veneto Orientale, in quella parte stretta fra le provincie di Treviso e Venezia a ridosso del Friuli. Un’area di caratteristiche peculiari, vocata a produrre vini di altissimo valore qualitativo.

Il vigneto

Messo a dimora nel comune di Motta di Livenza. La forma di allevamento è quella di consolidata tradizione nel comprensorio: il Sylvoz che prevede una branca principale permanente dalla quale partono tre o quattro archetti che portano frutto.

La vendemmia

La vendemmia è manuale e le uve arrivano in cantina appena raccolte.

La vinificazione

Alla pigiatura segue la macerazione del mosto a contatto con la vinaccia, che si protrae per almeno 10 giorni. Questa tecnica serve a ottenere vini con ottime tonalità cromatiche, profumati e strutturati al gusto. La fine fermentazione avviene in vasi vinari utilizzati anche per l’affinamento del vino, che si protrae per 6 mesi.

Il profilo sensoriale

Di colore rosso rubino intenso con piacevoli riflessi magenta all’unghia del bicchiere. La sensazione olfattiva è molto elegante per l’evidentissimo profumo di marasca e di piccola frutta rossa. Al palato manifesta una stoffa importante per la pienezza del gusto e la persistenza. Notevole l’equilibrio tra la nota tannica e quella acida che consentono di dare al vino una sensazione finale morbida.

Gli abbinamenti

È vino da carni rosse cotte al forno o alla brace ma trova ottimo abbinamento anche con primi piatti saporiti, salumi e formaggi stagionati.

Il servizio

Come per ogni vino rosso è importante che la temperatura di servizio sia di 18°C.

La conservazione

Al riparo dalla luce in locali asciutti che, possibilmente, mantengano una temperatura tra i 12 e 15°C.